AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

Nuova saga della telenovelas Google/Linux/Copyright/GPL, questa volte probabilmente l’ultima.

Dopo che un professore dell’Università di Houston aveva accusato google di aver copiato codice dal kernel Linux, dopo che numerosi siti di informazione erano passati all’attacco spulciando vecchie dichiarazioni del papà di Linux, Linus Torvalds, dopo che invece si è trovata una vecchia mail del 2003 dove Stallman diceva l’esatto contrario. Ora Linus risponde direttamente chiarendo che è tutta una stupidaggine non degna di interesse.

Molto semplicemente usare le system call del kernel definite negli header, come ha fatto Google, non produce un’opera derivata e quindi non si è obbligati a rispettare nessuna licenza. Aggiunge inoltre che questa pratica è comune anche nella glibc e altre librerie.

Di fatto quindi gli header del kernel Linux non identificano materiale soggetto a copyright.

Nota da spy-story a margine, il sito Groklaw ha portato alla luce un fatto curioso, il professore Edward Naughton che è stato il primo ad accusare Google ha recentemente cambiato la sua pagina con una breve biografia. Grazie alla cache di Google è possibile verificare che una modifica riguarda l’eliminazione di qualunque traccia riguardante Microsoft fra le aziende con cui il professore ha collaborato. Strano no? 🙂

Fonte