AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

SteveBallmerSweating

Prima HTC,che già impegnata in altre cause, ha preferito accordarsi con Microsoft pagando 5 dollari a device Android venduto, poi hanno ceduto  Wistron, Velocity Micro, Itronix ed ora è il turno di ricattare le aziende più grandi, capaci in teoria di sostenere un’eventuale causa legale. Il colosso di Redmont, non si accontenta e forte degli accordi precedenti, dei quali non è dato sapere sulla base di quali brevetti siano stati firmati, attacca Samsung richiedendo la cifra di 15 $ a dispositivo Android venduto.


Pur avendo i mezzi per affrontare un altra causa di questo livello, Samsung si troverebbe in una situazione di svantaggio a causa dei precedenti accordi e potrebbe alla fine cedere e preferire pagare le royalties, che coincidono guarda caso con il prezzo della licenza di Windows Phone 7.

Alcune fonti, infatti affermano che Samsung avrebbe cercato di trattare per abbassare il prezzo a circa 10 dollari, ma non è chiaro se le due società abbiano poi trovato un accordo.

Tristemente dobbiamo affermare che la licenza gratuita del software Android per i produttori  pare si stia trasformando in una licenza Micosoft a tutto svantaggio degli utenti consumatori.

Fonte

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo