AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

Il prossimo telefono più “scottante” in uscita con Verizon sarà il QWERTY-equipaggiato Motorola DROID 2, e grazie a IntoMobile, ora abbiamo i risultati del quadrant benchmark di questo buon dispositivo.

Secondo, sempre la fonte di intomobile, il DROID 2 è tutto quello che ci possiamo aspettare ed anche di più. Il benchmark è stato eseguito su Android FroYo 2.2, appena uscito da casa Google, con un risultato di 1299; una terminale che oltre ad essere stato migliorato nell’HardWare ora beneficia anche dei miglioramenti importati dal JIT e dal nuovo kernel.

A seguire considerazione e specifiche complete di questo terminale made in Motorola.


Il DROID 2 condivide alcune particolarità HardWare  dell’originale DROID, con una solida tastiera Full-QWERTY in slide, materiali robusti, gestione migliore dello spazio (inclusa tastiera) ed il sistema migliorato in generale.

Come dimostravano le foto rubate, MotoRola ha deciso di rimpiazzare il D-Pad con le freccette ( come vediamo in questa foto):

In più al benchmark e alle foto che troverete in basso abbiamo anche queste specifiche:

  • 512MB RAM (approssimativamente 200MB disponibili)
  • Processore OMAP 1GHz  che scala la frequenza da 300MHz a 1GHz
  • microSD card slot sotto la batteria
  • 5MP camera
  • 8GB ROM
  • 6-sensori incluso un accellerometro,magnetometro,temperatura,prossimità,orientazione e luce. s
  • Batteria 1300 mAh
  • Vibrazione migliorata
  • bicolore con colorazione cromata smokey sulla parte anteriore e la colorazione più scura nella parte posteriore
  • Fisicamente, il device è uguale al predecessore tranne le icone dei tasti soft-touch
  • Swype pre-instalato
  • Froyo – Android 2.2 con una interfaccia modificata MotoBlur simile al Droid X

Tutto sommato il device è ottimo, anche come successore del precedente DROID ed un competitore del DROID X specialmente per quelli che desiderano una tastiera QWERTY fisica.

Forse, il lancio avverrà ad Agosto e finalmente potremmo iniziare ad usarlo(non noi italiani n.d.r) invece di parlarne solamente.

[Via – IntoMobile]

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo