AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

Ci siamo, il Nexus S finalmente è da poco acquistabile negli USA e molti l’avranno tra le mani prima delle feste.
Dal giorno della presentazione molto è stato detto e fatto riguardo questo terminale, quindi mentre aspettiamo di saperne di più dai primi acquirenti, andiamo a fare alcune considerazioni sul perché, secondo me, questo terminale avrà più appeal del precedente Nexus.

Togliamoci prima di tutto i sassi dalla scarpa. Tecnicamente parlando il Nexus S è inferiore al Nexus One. O meglio per quel che tecnicamente è stato il Nexus One alla sua uscita, non ci si aspettava certo che il prossimo terminale della serie Nexus fosse solo un mera riprogettazione di uno smartphone uscito mesi addietro, aggiungendo poco e togliendo anche qualcosa. Soprattutto molti, io per primo, storcono il naso a vedere che la politica “tutta plastica” di Samsung non è cambiata nemmeno per questo che dovrebbe essere un teminale bandiera per Android.

Quel che sicuramente il Nexus S non fa è alzare l’asticella degli smartphone come fece il suo predecessore, anzi l’annuncio dei prossimi terminali dual core è la dimostrazione che saranno altri questa volta ad alzare l’asticella.

Perchè quindi il Nexus S avrà più appeal?
L’ovvio è il cambio della politica di vendita da parte di Google, che ora vende negli store fisici dopo aver chiuso lo store online creato con il Nexus One. Questo porta il terminale ad essere accessibile ad una larga maggioranza di utenti, soprattutto i non power user che vogliono toccare un terminale prima di spenderci cifre più o meno considerevoli.

Il motivo principale per cui il Nexus S avrà successo va ricercato prima di tutto nel suo design, sicuramente più ricercato ed elegante del suo predecessore, in grado di attirare anche maggiormente un’utenza di tipo business o chi guarda più all’apparenza che alla sostanza. Catturando quindi quegli utenti che ancora non si sono mai avvicinati al fantastico mondo Android.

Per chi come noi già felicemente sguazza nello stagno androidiano o si è almeno una volta bagnato i piedi. Il motivo principale per cui prenderà il Nexus S è la possibilità di avere un terminale che sarà sempre il primo ad avere gli aggiornamenti, questo, soprattutto se viene da brutte esperienza precedenti, non ha prezzo e rappresenta un valore aggiunto enorme. Infatti, se un anno fa quando Android iniziava la sua “scalata al potere” per tanti la voglia di possedere un terminale Android era talmente tanta che non si andava molto nel merito di come il produttore si comportava con le personalizzazioni e gli aggiornamenti. Ora in molti sanno come muoversi e tutti noi disponiamo di una statistica più ampia dei produttori che sono più o meno Android friendly.

Tutto questo va poi unito al fatto che con la versione 2.2 e ora 2.3, Android ha fatto passi da gigante in termini di velocità e usabilità. Android rappresenta quindi oggi il top degli OS mobile, l’unico in grado di portare le innovazioni in maniera quasi istantanea, dalle teste degli ingegneri direttamente ai migliori terminali e con essi agli utenti.

Se un anno fa in pochi conoscevano Android e, soprattutto in Italia, si continuava a pubblicizzare uno smartphone in se tralasciando, quasi nascondendo, che era uno smartphone Android. Oggi questo diventa un valore aggiunto ad un terminale, da esaltare e pubblicizzare.

Per concludere, se magari ancora non tutti ancora lo conoscono, Android  è diventato tanto famoso che ad oggi anche mio cuggino e Totti lo conoscono.

Dite la vostra nei commenti mentre magari aspettate che vi arrivi il Nexus S.

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo