AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

motorola-atrix

Nonostante sia sul mercato già da diversi mesi il Motorola Atrix presenta ancora molti aspetti interessanti e sotto diversi punti di vista molto particolari ed innovativi.

Sebbene esteriormente possa sembrare un po’ anonimo l’Atrix è tutt’altro che banale e si contraddistingue per alcune caratteristiche uniche nel panorama degli smartphone.


Tutti dicono da anni che gli smartphone stanno diventando potenti come computer, ma solo Motorola ha avuto il coraggio di mettere in pratica questa affermazione. Il Motorola Atrix è uno smartphone Android che può essere inserito in una serie di dock, che lo trasformano in un pc desktop, un  media-center, un navigatore satellitare o anche un umile sveglia. Ma le dock non sono l’unica particolarità dell’Atrix che dispone di ulteriori caratteristiche Sui Generis.

Lettore di impronte digitali

Una delle feature che rendono speciale l’Atrix è il lettore di impronte digitali posto sulla parte superiore  che funge anche da pulsante di accensione.

Impostandolo è possibile sbloccare il telefono semplicemente sfiorandolo con un dito piuttosto che utilizzare una password o una gesture, ottenendo un livello di sicurezza senza eguali.

Per impostare il lettore di impronte digitali bisogna scorrere il dito indice sinistro e destro su di esso e bisogna fornire un password di backup nel caso remoto in cui si abbiamo le proprie impronte digitali cancellate. Nei nostri test il sensore biometrico ha sempre risposto rapidamente con entrambe le dita ed abbiamo trovato il suo uso molto  divertente e comodo.

Risoluzione QHD

Anche il display touchscreen  da 4 pollici di notevole qualità è diverso dagli altri e presenta  una risoluzione di 960×540 pixel.

Motorola chiama QHD questa risoluzione ed è superiore alla classica 800×480 pixel presente sulla maggior parte degli  altri telefoni.

Un’applicazione dove si nota particolarmente la nitidezza del display è il browser Web, dove si le immagini abbondano ed il testo risulta molto leggibile. 

Android 2.2 e Motoblur

L’Atrix che abbiamo provato era dotato di  Android 2.2 Froyo  e sebbene l’aggiornamento ufficiale di Motorola ad Android Gingerbread 2.3.4 sia stato rilasciato il nostro terminale non ha purtroppo rilevato alcun aggiornamento OTA disponibile.

Il terminale dovrebbe anche essere aggiornato ad Ice Cream Sandwich, ma non è dato sapere la tempistica di tala rilascio.

Anche sull’Atrix  Motorola utilizza la propria interfaccia personalizzata che si chiama  Motoblur.

In passato, abbiamo criticato la Motoblur a causa di alcuni widget buggati. Ma dobbiamo affermare che sull’Atrix, Motorola ha ascoltato i  commenti e le considerazioni dei propri utenti  ed ha posto rimedio alla maggior parte delle lamentele.

Ad esempio il widget dedicato al social-networking, utile per avere in un solo flusso tutti gli aggiornamenti di Facebook e Twitter permette ora di impostare alcuni filtri a seconda del social network  e dei contatti che si desidera visualizzare.

Anche il design generale dell’interfaccia è stato molto migliorato ed i widget si posizionano egregiamente sulle 7 schermate home disponibili. Ci piace particolarmente anche la possibilità di ridimensionare i widget.

Ma Motoblur comprende anche altro, oltre ai semplici widget, ad esempio c’è anche un sito web che consente di monitorare la posizione del telefono e cancellarne la memoria da remoto in caso di smarrimento.

Processore dual-core

Sebbene non sia più una caratteristica eclatante come al momento della sua uscita sul mercato l’Atrix è dotato di un ottimo processore dual-core Nvidia Tegra 2 da 1GHz, che gli conferisce ottime prestazioni nel multitasking e nella grafica 3D.

Il telefono dispone anche di 1GB di RAM e 16GB di memoria interna espandibile con l’inserimento di una scheda microSD fino a 32 Gb. Da segnalare anche la presenza di un connettore HDMI, che consente di collegare il dispositivo ad un  TV ad alta definizione e di riprodurre foto, video e musica direttamente dal cellulare.

Nei nostri test il Motorola Atrix si è comportato bene ottenendo prestazioni simili agli altri telefoni dual core presenti sul mercato, per esempio ha ottenuto una media di 36 nel test Linpack, che misura le capacità di calcolo in virgola ed una media di 5090 utilizzando Antutu Benchmark, risultato ben superiore ai 3100 di un Nexus S per esempio.

HD Multimedia Dock

multimedia-docking-station-overview

 

Il Motorola Atrix è dotato di una speciale dock chiamata HD Multimedia Dock che rappresenta un estensione sostanziale del dispositivo e che conferisce al telefono possibilità del tutto originali.

La Multimedia Dock comprende le seguenti specifiche tecniche:

  • Supporto per display: 720p su HDMI
  • Porte esterne: 3 porte USB, 1 micro HDMI, speaker
  • Supporto per il mouse: USB, USB RF, Bluetooth
  • Applicazioni:  Mozilla Firefox 3.6.13 supporto HTML5 e Flash; Entertainment Center

La dock Multimediale è "dual mode", progettata per funzionare come un sostituto del computer desktop o come un media center da soggiorno.

Collegando il telefono alla HD Multimedia Dock l’utente deve scegliere tra la modalità "Webtop" e "Entertainment Center". Il sistema effettuerà quindi il "boot" in uno di quegli ambienti. In entrambi i "modi" è necessario collegare il dispositivo ad un display o TV tramite HDMI ed utilizzare una tastiera usb per l’immissione di testo.

Modalità Webtop

In modalità Webtop l’utente può scegliere di utilizzare un porting del browser Firefox oppure l’interfaccia del telefono visualizzata in una finestra sul display. Le due possibilità possono essere utilizzate contemporaneamente.

webtop

 

Nella parte inferiore dell’interfaccia WebTop è possibile visualizzare le icone delle applicazioni preinstallate disponibili:

  • Mobile View
  • Dialer
  • Rubrica
  • Messaggi
  • Entertainment Center
  • File Manager
  • Webtop Zone
  • Mozilla Firefox
  • Facebook.

In alto a destra sono presenti le icone per visualizzare le impostazioni, Wi-Fi, GPS, tipo di segnale, potenza del segnale, della batteria, il volume degli altoparlanti e l’orologio.

Conclusioni

La HD Multimedia Dock  estende il telefono Atrix in due ambienti che un tempo erano riservati al PC ed al così detto media-center.

Il concetto di base è quello di avere un solo dispositivo con contenuti e applicazioni ed estenderne l’utilizzo nei diversi luoghi in cui sarebbero normalmente necessari dispositivi multipli.

Con alcuni miglioramenti sul versante hardware e software, questa esperienza mostra molte potenzialità.

Come smartphone l’Atrix si è dimostrato molto performante e valido. Nonostante sia già presente sul mercato da diversi mesi potrebbe rappresentare un acquisto molto interessante in virtù delle elevate prestazioni e caratteristiche ed un prezzo che attualmente varia in rete dai 320 ai 380 euro.

Da prendere in considerazione se si sta valutando l’acquisto di un dispositivo dual core potente ed originale, dotato tra l’altro dal non irrilevante plus delle dock station e che dovrebbe essere aggiornato in tempi ragionevoli ad Android 4.0 Ice Cream Sandwich

Galleria Fotografica

P1150110P1150111P1150121P1150113P1150118P1150117P1150119P1150114P1150115P1150116P1150122P1150123P1150124P1150125P1150126P1150127P1150128P1150129P1150130P1150131P1150132P1150133P1150134P1150135

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo