AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

Qualche giorno fa aveva fatto scalpore la notizia per cui in Android sarebbe presente codice con copyright Oracle, alcuni file rilasciati in GPL altri proprietari.

Google avrebbe violato la GPL ridistribuendoli con licenza Apache e avrebbe violato il copyright dei file proprietari.

Tutto filava visto che qualche mese fa Oracle ha citato in giudizio Google accusandola di violare brevetti e copyright di sua proprietà.

Da ZDNet però arriva una rilettura di tutta la faccenda, i file incriminati sarebbero praticamente inutili e di scarsa importanza, molti poi erano già stati eliminati ad ottobre e a gennaio una decina di giorni fa, comunque prima dell’apparsa dei primi articoli a riguardo.

Nel dettagli i file incriminati sono:

  • 7 file sono semplici file di test, non vengono distribuiti col prodotto ne compilati di default. Servono a puro scopo di test ed erano già stati eliminati.
  • 37 file fanno parte di un unico pacchetto riguardante driver audio per uno specifico chipset, sembra sia stato messo lì per errore ed è stato eliminato prontamente due giorni fa.

Fin’ora si sono letti molti articoli scandalistici, ma pochi di revisione della notizia.

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

  • Pingback: Tweets that mention Lo strano caso del codice Java copiato in Android | Android Lab -- Topsy.com()

  • in realtà ai fini legali della causa, il fatto che non siano file importanti o non siano utilizzati non ha valore. Conta che vengono comunque distribuiti.
    In oltre il fatto stesso che gli stessi file sono presenti anche in alcuni sorgenti rilasciati ai produttori, è sintomo che sono stati resi disponibili. La violazione è questa, il fatto che non siano poi utilizzati fare il build della rom da distribuire è irrilevante. La violazione sta a monte.

    Proprio ieri l'autore dell'articolo che analizzava i file in oggetto ha scritto una replica approfondita alle obiezioni di zdnet: http://fosspatents.blogspot.com/2011/01/android-d

    La faccenda purtroppo è spinosa, considerando anche che i giudici americani sono molto meno disposti a filosofeggiare e guardano pragmaticamente la cosa. In questa vicenda google non è inattaccabile, pecca di una superficialità iniziale nel gestire la cosa.

  • A me questa sembra una vicenda totalmente di secondo rilievo e dubito fortemente che Oracle si voglia attaccare e si sia attaccata a queste piccolezze quando ha denunciato Google. Infatti in quel si parla soprattutto di brevetti violati…

  • Pingback: Google accusata di violare la GPL | AndroidLab()

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo