AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

Lg-Optimus-3d-prestazioni-oltre-il-3D

La LG vanta il primato di essere stata la prima azienda ad aver introdotto in Italia uno smartphone dotato di capacità 3D: l’ Optimus 3D o P920 oggetto di questa recensione.

Oltre a questo primato l’ Optimus 3D può vantare un hardware di assoluto rilievo che lo pone nella fascia alta del mercato degli smartphone.


Scheda Tecnica

  • CPU dual-core Texas Instruments OMAP 4430 da 1GHz
  • GPU PowerVR SGX 540
  • 512 MB di Ram dual channel
  • 8 GB di storage
  • MicroSD
  • Display 4,3” 800×480 pixel
  • Doppia Fotocamera Posteriore 5 MPixel Stereoscopica, video 1080p, flash, autofocus
  • Fotocamera Anteriore 0,3 MPixel
  • HSDPA 14,4/5,76 Mbit/s
  • Wifi 802.11n
  • Bluetooth 3.0
  • A-GPS
  • Batteria 1500 mAh
  • Spessore di 12mm

La nota dolente di questa configurazione è la dotazione Software, essendo il telefono dotato ancora di Android 2.2 Froyo, anche se a detta di LG l’aggiornamento a Gingerbread dovrebbe arrivare proprio nel mese di ottobre e dovrebbe portare con se numerosi miglioramenti al comparto software dedicato al 3D.

L’interfaccia personalizzata LG non risulta troppo invasiva e non si discosta molto dall’esperienza Pure Google.

È nel settore 3D che la LG ha svolto il maggiore lavoro offrendo una sezione software chiamata 3D-Space all’interno della quale è possibile trovare tutte le applicazioni in grado di visualizzare immagini stereoscopiche.

lg-optimus-3d-analisi-tecnica

Impressioni d’uso

Quando si apre 3D Space si riceve immediatamente un assaggio delle capacità stereoscopiche del terminale, visualizzabile come il resto delle applicazioni 3D esclusivamente con lo schermo orientato in landscape.

Tra le applicazioni presenti spiccano naturalmente tre videogiochi 3D, il racing game Asphalt6, Let’s Golf 2 e lo shooter Nova.

La visualizzazione 3D del terminale LG si basa sulla stessa tecnologia autostereoscopica del Nintendo 3DS, la cui fruizione non richiede l’utilizzo di occhiali, ma che sdoppia l’immagine una dedicata all’occhio destro e l’altra a quello sinistro, dimezzando la risoluzione grafica percepita.

Il primo impatto con il 3D lascia sicuramente a bocca aperta ma presto si noterà la necessità di mantenere il dispositivo in una posizione ottimale per non perderne l’effetto e non notare quel fastidioso effetto sdoppiamento dell’immagine tipico della stereoscopia.

Apriamo una breve parentesi per sottolineare come ci si trova di fronte ad una tecnologia per certi versi ancora immatura e limitata, che al momento non consente una fruizione continua dei contenuti in questa modalità risultando affaticante per la vista e va detto, non fruibile da tutti. Per visualizzare l’effetto 3D infatti è necessario che l’utente sia dotato di una buona visione binoculare.

Quanto scritto non è un giudizio sul terminale in particolare, che risulta molto ben sviluppato e fa quanto deve senza problemi, piuttosto si mette in dubbio l’utilità in se della tecnologia 3D così com’è allo stadio attuale di sviluppo tecnologico.

Come accennato l’ Optimus 3D è dotato di doppia fotocamera posteriore da 5 MPixel  in grado di catturare immagini e girare video sia in 2D che in 3D, video che potranno essere di risoluzione 1080p se si girano in 2D e che potranno avere risoluzione di 720p nel caso si preferisca riprenderli in 3D, tra le varie impostazioni c’è anche la possibilità di regolare il livello di profondità del 3D.

Oltre che ai video 3D girati autonomamente è possibile anche visualizzare i filmati 3D proposti dal canale 3D sviluppato da Google per  Youtube.

La batteria da 1500 mAh risulta come in tutti gli smartphone moderni appena sufficiente a coprire le 24 ore con utilizzo moderato, con l’aggravante in questo caso di un maggiore consumo quando si utilizzano le applicazioni 3D.

Conclusioni

Al di la delle capacità 3D il terminale si è rilevato particolarmente prestante dal punto di vista delle prestazioni legate all’hardware, confermando l’ottimo lavoro svolto da LG nella produzione di questo dispositivo.

I benchmark che abbiamo effettuato confermano che la Cpu Texas Instruments non ha nulla da invidiare alla più blasonata ed usata CPU Tegra 2, risultando in molti casi più performate e che le prestazioni grafiche sono di assoluto rilievo.

Dunque un terminale di fascia elevata, anche nel prezzo di listino di 599 euro, molto veloce e potente con il plus del 3D, da prendere assolutamente  in considerazione se si deve comprare un dispositivo di tale categoria.

Galleria Fotografica

P1140003P1140004
P1140001P1130998
P1130999P1140002
P1140003P1140004
P1140005P1140006
P1140005P1140006P1140009P1140010P1140011P1140012P1140007P1140008P1140009P1140010P1140011P1140014P1140016P1140019P1140020P1140021P1140022P1140023P1140024P1140025P1140026P1140027P1140028P1140029P1140030P1140031P1140032P1140033P1140034P1140035P1140036P1140037P1140038P1140039P1140040P1140041P1140042P1140043

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

  • flapic

    In realtà prima dell'Optimus 3D era già uscito un modello Sharp con schermo autostereoscopico, ma solo per il mercato Giapponese.

    • Flavio preciso come sempre

    • Grazie Flavio, ho apportato la dovuta correzione all'articolo 🙂

  • Pingback: Tendenze odierne « Marco Ferracci()

  • imatteokr

    Grande 😀

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo