AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

google-plus-androidBuon inizio settimana a tutti voi Labber, quest’oggi vogliamo iniziare bene la giornata dando uno sguardo approfondito alle parole del vice-presidente Bradley Horowitz, Product Management di Google.

In un’intervista esclusiva per l’Italia, rilasciata a LaStampa (*),uno dei papà di Google Plus risponde a numerose domande circa il ruolo e le novità di questo nuovo social network.

Non mi dilungo oltre e vi lascio alle domande:


Intervista a Bradley Horowitz, vice-presidente del Product Management

Non è da voi non essere primi in quello che fate: come ci si sente?
«Siamo solo all’inizio e nel nostro business le cose si evolvono in fretta in maniera spesso sorprendente: sono certo che alla fine saremo premiati».

Che cosa le da questa sicurezza?
«Innanzitutto il prodotto: lo stiamo migliorando giorno per giorno, ascoltando i consigli degli utenti che lo stanno testando con noi. Con Google+ intendiamo portare anche nel software tutte le sfumature e la ricchezza della condivisione della vita reale. C’è ancora tanta strada da fare, ma tanti sono anche i miglioramenti che abbiamo in cantiere».

Che novità ci sono?
«Ci siamo arricchiti di tante nuove funzioni. Oggi lanciamo «Pages», cioè Google+ per le aziende che vogliono puntare sulle comunità di utenti per conquistare clienti. Mi risulta che siano molte anche le imprese italiane interessate ad attivare una Pagina e tra queste ci sono Alitalia, Tim, Vodafone, Mondadori, oltre che Fiat e Juventus».

Come funziona?
«Finora l’obiettivo di Google+ è stato quello di mettere in contatto le persone tra loro, ma vogliamo che si possano stringere relazioni con tutto ciò che per ognuno è importante: anche la scuola, il posto di lavoro, il negozio sotto casa o una marca internazionale. Le Pagine Google+ danno vita a tutto ciò che si trova nel mondo reale. E attraverso le Cerchie di amici si possono creare legami duraturi con le pagine e le persone che più interessano. Poi c’è finalmente il collegamento diretto dal motore di ricerca Google, oltre che l’inclusione delle pagine Google+ nei risultati di ricerca. Supponiamo che stiate guardando il trailer di un film o che abbiate appena scoperto che il vostro gruppo preferito farà un concerto in città. In entrambi i casi è probabile che vogliate subito saperne di più e stabilire un contatto. La funzione «Collegamento diretto» rende tutto ciò più facile, addirittura automatico. Basta andare su Google e digitare «+» seguito dalla pagina che volete cercare (ad esempio +Google). Sarete immediatamente collegati a quella pagina Google+ e, se lo volete, potrete aggiungerla automaticamente alle vostre cerchie».

Perchè finora avevate scelto di tenere alla larga il mondo business?
«Per evitare che gli utenti, alle prese a familiarizzare con un nuovo social network, venissero subito bombardati da pubblicità e invasione della privacy».

 

E adesso invece?
«Google Plus resterà "user centric", c’è un sistema che protegge gli utenti dai contatti non desiderati: chiunque voglia comunicare con potenziali clienti deve essere invitato, deve chiedere il permesso. Speriamo che questa nostra attenzione alla privacy venga apprezzata».

Nicola Sguera

Appassionato di tecnologia e cellulari. Esperto del mondo Android e co-fondatore del sito web.

More Posts

Follow Me:
TwitterGoogle Plus

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo