AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

priority_inbox_quick_guide 

Molti di noi si sono avvicinati ad Android perché già utenti del servizio di posta elettronica di Google Gmail. Un servizio così ben fatto e completo che, per esempio, a me, ha consentito di importare in esso tutta la posta elettronica che conservavo dal 2003 in differenti account sparsi su server differenti.

Con Gmail ed i suoi filtri riesco a gestire la posta elettronica che mi viene re-direzionata (forward) da 7 differente caselle di posta elettronica ed in più leggo la posta di due account pop3 di altri servizi postali  direttamente in Gmail grazie alla possibilità di scaricare email da server pop3/imap4.


In buona sostanza grazie ad un utilizzo attento delle possibilità che Gmail mette a disposizione riesco a gestire tutta la mia posta elettronica (e non è poca) in maniera centralizzata direttamente da browser  ed ovunque mi trovo grazie al mio telefono Android, usufruendo tra le altre cose dell’ottimo antispam messo a disposizione da Google.

Certo solo nella mia Inbox si trovano adesso 21295 email senza contare i messaggi filtrati in svariate etichette che non si trovano in Posta in Arrivo .

Forse per semplificare ulteriormente la vita ad utenti come me Google ha sviluppato un nuovo servizio integrato in Gmail chiamato Priority Inbox.

Spesso infatti riceviamo email non classificabili come spam, ma che non meritano la nostra attenzione immediata ,chiamate bacn (pronunica bacon) o “bologna” (per restare in tema di salumi ci chiediamo se sia un riferimento alla mortadella??).

Priority Inbox è stato sviluppato con l’intento aiutare l’utente a separare questo tipo di posta elettronica da quella più importante che merita la nostra attenzione immediata ed urgente.

Priority Inbox divide la nostra casella di Posta in arrivo in 3 sezioni “Importanti e non lette”, “Speciali” e “Tutto il resto” (si veda l’immagine di apertura dell’articolo)

Per selezionare il tipo di posta in maniera automatica Gmail userà una moltitudine di segnali, quali la provenienza del messaggio dalle persone che più contattiamo oppure a quelli che rispondiamo con maggiore frequenza.

In aggiunta l’utente potrà istruire il sistema contrassegnando alcune conversazioni come importanti plus3 o meno importantiminus3 ed impostando opportunamente i filtri.

La possibilità di utilizzare il nuovo servizio sarà distribuita agli utenti in maniera graduale, in stile Google, come già avvenuto qualche tempo fa con il servizio Buzz. Per cui presto potremmo vedere nelle nostre caselle di posta la dicitura "New! Priority Inbox" nell’angolo destro della nostra interfaccia Gmail, a quel punto non ci resta che cliccare sul link ed iniziare a provare il nuovo servizio.

Sinceramente non vediamo l’ora.

Fonte

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo