AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

 

Google ha finalmente rivelato le sue carte calando sul tavolo un bel poker mostrando al mondo come si può lanciare un dispositivo dalle caratteristiche di altissimo livello ad un prezzo concorrenziale e aggressivo. La partnership con LG sembra – sulla carta per ora – il cavallo vincente che darà uno scossone al mondo della telefonia mobile a partire dal 13 novembre, data di lancio ufficiale del Nexus 4. 

LG infatti è stata in grado di offrire uno smartphone con caratteristiche hardware da capogiro, materiali di costruzione (apparentemente) nobili ad un prezzo relativamente basso: 299€ per la versione 8Gb e 349€ per la versione 16Gb. È tuttavia riduttivo chiamarlo smartphone low cost guardando solo al prezzo.

 

Scendendo infatti nei dettagli, eccone le caratteristiche:

  • Schermo 4.7″ True HD IPS Plus con risoluzione 1280×768 con ratio 15:9
  • SoC Qualcomm Snapdragon™ S4 Pro APQ8064 da 1.5GHz Quad-Core Krait CPUs
  • Sistema operativo Android 4.2 Jelly Bean
  • Reti 3G (WCDMA), HSPA+, NFC
  • Memoria interna da 8GB o 16GB
  • RAM 2GB
  • Fotocamera 8.0MPx posteriore / 1.3MPx HD frontale
  • Batteria da 2,100 mAh integrata nella scocca in grado di assicurare 15.3 ore di autonomia in conversazione e 390 ore in standby
  • Dimensioni: 133.9 x 68.7 x 9.1mm
  • Peso: 139g
  • Ricarica Wireless

Tali caratteristiche appartengono ad uno degli smartphone più potenti sul mercato ed è giusto ricordare che anche il neonato Asus Padfone 2 monta il medesimo SoC e viene proposto a circa il doppio del prezzo.

 

Google rivoluziona – con i fatti, non a parole come una nota casa ortofrutticola – la tecnologia mobile, rendendo accessibile ad un prezzo relativamente abbordabile il massimo dell’esperienza Android. Al momento in qualsiasi catena di distribuzione – da Euronics a Saturn – per il medesimo prezzo al massimo si può acquistare qualche ciofeca monocore con Android 2.3. Brividi.

Sembrerebbe infatti che Google abbia compreso le dinamiche del mercato attuale che vessa in profonda crisi. Ormai è improponibile presentare uno smartphone da 700€. Esso risulterebbe non più accessibile ai più e si configurerebbe come un prodotto rivolto solamente ai figli di papà che girano in suv.

Il merito va a Google per aver aperto la strada agli smartphone Top Gamma low cost e sono certo che tale azione darà non pochi grattacapi ai principali partner Android come HTC, Samsung e Sony costretti ora ad inseguire la via che LG + Google sta tracciando. Presentare e vendere tecnologia top gamma al giusto prezzo è possibile.

 

Insomma in conclusione staremo a vedere come si evolverà il mercato non appena la distribuzione di massa si avvierà, ma per ora il merito va tutto a Google ed LG per aver presentato un prodotto – sulla carta – formidabile affiancato da un sistema operativo sempre più moderno, originale (Photo Sphere vi dice niente?) e affidabile.

L’unico risvolto negativo per me è che a malincuore la serie Nexus è stata un po’ denaturata, è giunta la fine dei tempi in cui erano smartphone per geek, nerd e malati di modding… Ma in fondo va bene così :]

 

E voi cosa ne pensate?

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo