AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

Se fino a ieri siete rimasti allibiti dal successo (??)  riscosso nelle ultime due settimane da Instagram, preparatevi ad una nuova app. In pratica prendete Instagram di sana pianta e aggiungete un pizzico di immagini in movimento, et voilà, ecco Cinemagram. Sulla scia del successo riscosso da Instagram, Nikoo Asadi Community Manager per la Factyle Inc. (la società che lavora al progetto di cinemagram) ha annunciato che la loro app è in fase di sviluppo anche per Android.  Ma come funziona Cinemagram?

Cinemagram funziona in maniera molto semplice basato sul principio di creare foto con sezioni animate. Questa mescolanza di effetti statico-dinamici genera delle gif animate (del peso di circa 2MB). La realizzazione di una foto con queste caratteristiche richiede pochissimi passi che riassumerò in questa breve guida sull’app.  Cinemagram girerà un breve video dove avremo dei soggetti in movimento, dopodiché ci basterà evidenziare la sezione da mantenere in movimento.  A questo punto, l’applicazione andrà a creare un file di sfondo statico, “fuso” con l’animazione. Per completare il tutto, potete abbellire il lavoro finito con tutti i filtri in stile Instagram.

Naturalmente non mancherà la condivisione dei lavori ottenuti sui social noti come Facebook, Twitter e Tumblr  sia sul social network interno che ci propone Cinemagram.


L’applicazione è free sui dispositivi Ios e lo stesso discorso dovrebbe valere per Android. Se conoscete una valida alternativa segnalatela nei commenti o nella community del nostro forum.

Benché il sottoscritto non sia il più grande fan ed estimatore né di Instagram né delle gif animate (tempo fa si usava Image Ready per queste cose obsolete) devo dire che la mossa fatta dalla Factyle Inc. è molto discutibile sotto ogni punto di vista e praticamente politically incorrect.

Forse sperano che il sommo Zuckerberg comprerà anche la loro società?

Fonte

micho

Micho classe '83, grafico e webdesigner. La sua passione per l'informatica comincia da bambino con il suo Amstrad CPC 464 ed il ben più noto C64. Da allora non ha più finito di amarla. Si avvicina ad Android grazie al suo "guru" Kaffeine. E' stato anche speaker radiofonico. Ha una fissa per la musica anni '80.

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo