AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

cr-48-top-1

Nella giornata di ieri Google annuncia la disponibilità imminente di Chrome Os, il sistema operativo “in the cloud” basato sul browser Chrome che già utilizziamo ed apprezziamo quotidianamente.

Le caratteristiche fondamentali di Chome OS sono :

  • Instant web: boot in 10 secondi.
  • Same experience everywhere: applicazioni, documenti, impostazioni: è tutto archiviato nel cloud e sincronizzato continuamente per consentire la medesima esperienza sempre e ovunque.
  • Always connected: sempre connesso, con 100MB disponibili ogni mese in collaborazione con Verizon Wireless (Negli Stati Uniti)
  • Security built in: massima attenzione alla sicurezza per scalzare le soluzioni software tradizionali
  • Forever fresh: Aggiornamenti automatici continui
  • Amazing web apps: l’apertura del Chrome Web Store apre agli utenti un nuovo marketplace di applicazioni che è possibile installare sui propri device dotati di Chrome OS


Va sottolineato che sarà possibile lavorare anche offline, infatti Chrome OS archivierà i dati e programmi offline e li sincronizzerà poi con quelli online.

Google non nega la possibilità che Chrome Os giri sui dispositivi tablet in futuro, ma al momento questo settore è destinato ad Android.

Lo sviluppo del sistema operativo è quasi completo, ci si trova adesso nella fase della messa a punto finale in cui sono necessari i feedback degli utenti reali per ottimizzare il sistema prima di rilasciarlo al grande pubblico.

Per soddisfare questa necessità nasce “Cr-48 Chrome Notebook”, primo dispositivo dotato nativamente del sistema operativo in the cloud. Ma non è per tutti! Il dispositivo sarà distribuito gratuitamente, attraverso il cosi-detto programma pilota, ai volontari disposti a testare il sistema operativo ed inviare feedback sul suo utilizzo a Google. Stando a quanto si legge nella pagina di iscrizione al programma solo i residenti negli Stati Uniti possono iscriversi al programma, ma nel form c’è un menu a tendina Country con un lista molto completa di nazioni tra cui ovviamente l’italia, mentre il campo State obbligatorio preveder esclusivamente la lista degli stati che compongono gli Stati Uniti.

Il dispositivo è completamente anonimo e nero le sue caratteristiche salienti sono le seguenti:

  • schermo da 12 pollici
  • keyboard e ampio touch pad
  • 3G integrato
  • 8 ore di durata della batteria e 8 giorni di stand by
  • CPU Intel Atom
  • webcam
  • Memoria SSD
  • WiFi-N
  • Pulsante di sblocco sotto la batteria, premendo questo pulsante sarà possibile installare altri sistemi operativi sul notebook (questa caratteristica non dovrebbe essere presente sui futuri dispositivi Chrome)

Questo processo di raccolta di dati servirà per creare i primi notebook  Chrome OS,  a partire dalla primavera 2011. Fra i produttori che si sono dimostrati interessati figurano Acer e Samsung.

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

  • Pingback: Tweets that mention ChromeOs e Cr-48: inizia l’età dell’oro del Cloud Computing | AndroidLab -- Topsy.com()

  • Ricky

    Brutta cosa non avere potenza di calcolo sul proprio pc ma avere tutto in remoto e dover dipendere sempre da qualcuno. Cosi Google ha il controllo totale su tutto e su tutti.
    Poi se un giorno la "nuvola" ha problemi? Mi ritrovo con un pezzo di plastica e circuiti inutile.
    Dietro a tutto queste cose "belle e perfette" si nasconde la liberta di ognuno di usare il proprio hw come vuole.
    Perchè deve essere Google, o Apple a decidere cosa devo o non devo fare?
    Io sono scettico per un futuro del web libero.

    • sono d'accordo quasi su tuttio. io l'ho vedrei infatti più come un qualcosa da affiancare ad un vero sistema operativo. In modo da avere i benefeci di entrambi e se per qualche motivo la cloud è fuori uso poter continuare ad usare la macchina comunque.

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo