AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

Ecco un altro tablet che si aggiunge alla vagonata in arrivo dalle varie aziende.
Questa volta è Asus che mostra al CeBIT le specifiche tecniche del suo MeMO, un tablet per certi versi molto simile a quello proposto da HTC, ma con qualche interessante peculiarità.
Verrà rilasciato nel corso del corrente anno, quasi sicuramente in giugno, e avrà fin da subito Android Honeycomb, il prezzo poi sembra esser interessante.

Iniziamo prima di tutto con l’elencarvi i dettagli tecnici di questo tablet da 7 pollici.
Lo schermo è naturalmente capacitivo con una risoluzione di 1024×600. Come processore monta un Qualcomm MSM8260 a 1.2GHz, lo stesso utilizzato da HTC per il suo Flyer, quindi niente dual core. È presente poi un modulo radio quadribanda  con supporto HSPA+; WiFi b/g/n e  Bluetooth 2.1+EDR.
La RAM disponibile è di 1GB mentre lo spazio per l’archiviazione dovrebbe andare dagli 8GB ai 64GB. Ci sono naturalmente due fotocamere, una frontale da 1.2MP ed una posteriore con flash a led da 5MP. Slot microSDHC e doppio microfono.
Infine a livello di porte oltre alla solita microUSB, con supporto sia Host che Client, e al jack da 3.5, abbiamo una porta micro HDMI. A livello di sensori dispone di giroscopio,accelerometro, bussola, sensore di prossimità e sensore di luminosità. Verrà venduto con una batteria da 4400 mAh.

Ma la cosa interessante di questo tablet la troviamo tra i suoi accessori. Infatti disporrà di un telecomando bluetooth, chiamato Asus MeMIC, che oltre per essere utilizzato per il controllo remoto del tablet, ad esempio quando lo si usa come riproduttore collegando ad un televisore, potrà essere usato come auricolare/telefono per rispondere ed effettuare chiamate senza dover aver necessariamente il tablet tra le mani.
Nel seguente video, realizzato da jkkmobile.com al CeBIT 2011, potete vedere questo accessorio.

Immagine anteprima YouTube

Secondo le dichiarazioni di Asus il prezzo a cui verrà venduto l’Eee Pad MeMO sarà intorno ai 499€ per la versione con memoria interna da 8-16GB, mentre 699€ per quella da 32-64GB con incluso però il telecomando bluetooth.

Tablet in arrivo direi che ce ne sono fin troppi, inoltre con honeycomb che al momento non permette personalizzazioni tanto care alle aziende, l’interfaccia e relativa usabilità sarà per tutti la medesima. Quindi al di la dei dettagli tecnici più o meno simili, dove i produttori possono veramente differenziarsi è in tutto quel che fa da contorno a questi terminali, per far si di migliorare l’esperienza d’uso globale.
Ben vengano quindi questo tipo di accessori come quello proposto da Asus o il 3D proposto da LG per il suo Optimus Pad. Abbiamo veramente veramente poi bisogno di queste cose di contorno? Forse no, ma del resto, se ci pensate bene, non abbiamo veramente bisogno neanche dei tablet e pure, prezzo a parte, chi non ne vorrebbe uno?

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo