AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

I più “vecchi” utenti Android si ricorderanno che le prime tastiere integrate nei sistemi Vanilla (ovvero quei telefoni/rom quanto più vicini ad Android puro) erano a di poco scadenti e di offerte alternative ce ne erano davvero poche, quindi armato di buona volontà scovai questa nuova tasiera, SwiftKey, allora ancora in versione beta, che proponeva una interessante funzione:

Intelligent Text Prediction

SwiftKey learns from how you write, tailoring itself to you over time.

Praticamente la tastiera assimila i termini più usati e li ripropone, rendendo la scrittura di una velocità ineguagliabile.

 

Ovviamente, una volta uscita dalla versione beta, l’ho acquistata nel Market (probabilmente è stata la prima applicazione che ho acquistato)

Pochi giorni fa ho avuto la fortuna di essere stato scelto per il beta test della nuova versione, SwiftKey2!

A prima vista non si hanno grandi cambiamenti, l’ Intelligent Text Prediction funziona a dovere, ma ora abbiamo alcune nuove funzioni che rendono questa ottima tastiera ancora più interessante:

  • Personalizzazione accessibile dai settings
  • Paramentri di previsioni rettificato per migliorare la previsione e la correzione
  • Migliorato il tempo di risposta
  • Migliorato l’uso della batteria
  •  

     

     

 

 

AGGIORNAMENTO:

I ragazzi di Swiftkey hanno rilasciato una nuova beta con queste novità:

  • Processo di installazione ridisegnato

  • Menu impostazioni ridisegnato

  • SwiftKey shortcut launcher nella tastiera

  • Nuovi stili di scrittura: Precise (identico a Classic), Rapid (simile a Rapidfire)

  • Trattamento del testo migliorato

  • Tema nero migliorato

Solo per oggi l’iscrizione al SwiftKey VIP group è aperta a tutti; collegatevi al link www.swiftkey.net/vip ed inserite #swiftkeyFRIDAY

 


logo-app
App Name
Developer
Free   
pulsante-google-play-store
pulsante-appbrain
qrcode-app


logo-app
App Name
SwiftKey
Free   
pulsante-google-play-store
pulsante-appbrain
qrcode-app

HomePage

 

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo