AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

intervistaAndroidlab

Quest’oggi apriamo una nuova rubrica dedicata alle interviste di tutti gli sviluppatori che creano interessanti applicazioni dedicate al Sistema Operativo Android.

Vi sarete mai domandati cosa fa nella vita un developer, se sviluppare applicazioni può essere una fonte di sostentamento e come si inseriscono le app all’interno del market.

Bene, oggi a molte di queste domande verrà data una risposta da chi , per mestiere, sviluppa applicazioni e ha intenzione di svilupparne in futuro.

C’è bastato guardare non molto lontano, all’interno del nostro orticello tricolore, perchè si molti dei migliori sviluppatori sono proprio italiani se pur il nome del Team sembrerebbe Hawaiano.

Stiamo parlando dell’Honolulu Team, un vero Team di sviluppatori Made in Italy cosi composto:

Simone Notargiacomo

Francesco Pace.

Oggi AndroidLab intervista Simone Notargiacomo, sviluppatore di Extended Controls un “must” tra le app android, che abbiamo ampiamente recensito in molti dei nostri articoli.

Ora non resta che godersi l’intervista…

 

Ciao Simone, parlaci un po’ di te e come è nato il team Honolulu.

 

Io sono un Ingegnere Informatico di 26 anni laureato all’Università di Roma Tor Vergata che ha scelto come lavoro, passione e hobby la progettazione e lo sviluppo di Mobile App. Questa mia passione la devo al mio amico e collega Francesco che mi ha avvicinato a questo mondo dinamico ed entusiasmante. L’Honolulu Team è nato ormai da più di un anno e mezzo grazie alla folle idea del mio amico Francesco di lanciarci nel mondo Android, che allora era presente solo su telefoni come il G1. Il più grande problema che abbiamo avuto è stato sicuramente la scelta del nome che come puoi vedere è terribile, per nostra fortuna però ci ha consentito di raggiungere ottimi risultati.

 

Quali sono le vostre esperienze passate?

 

Prima di fondare l’Honolulu Team abbiamo sempre sviluppato su sistemi totalmente differenti, come Linux o Windows, questo ci ha consentito di raggiungere un’elevata conoscenza del linguaggio Java. Una volta avvicinati al mondo Android decidemmo di realizzare SecureDroid, un’applicazione in grado di nascondere i proprio dati sul cellulare proteggendoli con una password. Sicuramente l’idea era molto buona ma purtroppo essendo il nostro primo lavoro su Android non riuscimmo ad implementare un’applicazione molto "stabile", e questo ci ha spinto a migliorare.

 

Cosa fai nella vita?

 

Nella vita sono sempre stato uno Sviluppatore, ma da qualche mese mi sono avvicinato al mondo dell’imprenditoria, in quanto io ed altri colleghi abbiamo deciso di costituire una Società di sviluppo Web e Mobile. La JustBit è nata grazie all’ottimo fatturato che ci ha portato ExtendedControls, e soprattutto all’aiuto fornito dalla Ericsson attraverso il “Programma EGO” e l’Ericsson Applications Awards in cui ci siamo classificati secondi, a livello mondiale, con l’applicazione ChilDroid.

 

Come mai avete deciso di sviluppare Extended Controls per Android?

 

Extended Controls nasce dall’idea di tenere sempre sotto mano le impostazioni del nostro smartphone. La sfida fu quella di migliorare il widget di default fornito da Android, sino a svilupparne uno totalmente personalizzabile con un numero maggiore di controlli. Questa applicazione rappresenta uno strumento che deve aiutare l’utente ad interagire con il proprio cellulare in maniera semplice, rapida e funzionale.

 

E’ stato difficile sviluppare Extended Controls?

 

Agli inizi no. C’erano pochi controlli (una decina) e nel mercato Mobile non c’era tutta questa grande varietà di smartphone Android che c’è adesso. La frammentazione dei dispositivi, la personalizzazione delle ROM e, talvolta, la chiusura di alcune case produttrici verso alcune funzionalità ci ha reso molto difficile il compito. In particolare l’impostazione che più ci ha fatto e ci sta facendo soffrire è la Torcia Led. Ciascun fornitore ha implementato questa feature in maniera differente e quindi siamo costretti, ogniqualvolta venga commercializzato un nuovo smartphone, a rivedere il codice e reingegnerizzarlo per l’occasione.

 

Tuttavia, per noi è doveroso ringraziare i nostri tester per la loro disponibilità, impegno e abnegazione verso il nostro prodotto. Senza di loro lo sviluppo di Extended Controls sarebbe stato ancora più difficile di quanto lo sia tutt’ora.

 

E’ stato difficile pubblicare la tua app all’interno del Market?

 

L’Android Market è un grandissimo strumento, semplicissimo da usare e da gestire. Prima di rilasciare per la prima volta Extended Controls (aprile 2010) avevamo già acquisito abbastanza esperienza da SecureDroid, quindi non è stato affatto difficile.

 

Quali metodologie avete adottato per promuovere la vostra applicazione?

 

Secondo noi il più grande strumento di comunicazione sono i portali dedicati al mondo Android, in prima linea perchè sono loro che forniscono le principali notizie, in secondo luogo perchè la loro critica è fondamentale per continuare lo sviluppo.

Tuttavia è di vitale importanza essere sempre disponibili con gli utenti che acquistano Extended Controls, sia per fornire un supporto rapido ed efficiente sia perchè sono loro che spesso danno consigli su come migliorare la vendita e lo sviluppo dell’applicazione.

La promozione di Extended Controls è poi continuata utilizzando il sito web ufficiale http://extendedcontrols.honoluluteam.net e il potentissimo strumento di google AdWords. Infine uno strumento che ci ha aiutato molto è stato AppBrain, che grazie al suo innovativo modello di Advertising ci ha consentito di scalare le classifiche di vendite.

 

Quale riscontro avete ottenuto nelle vendite del vostro software?

 

Agli inizi, eravamo gli unici ad aver sviluppato un’applicazione del genere dunque i guadagni erano sì buoni ma anche limitati, in quanto dovuti alla mancata pubblicizzazione dell’applicazione. Successivamente, aggiornamento dopo aggiornamento, la qualità di Extended Controls è andata sempre più migliorando ottenendo un ottimo responso da parte dell’utenza.

Come avete potuto notare, l’applicazione costa solo 0.72€, questo perchè riteniamo che Extended Controls debba essere un must have all’interno di un dispositivo Android e tutti devono poterne usufruire.

 

Come metodo di guadagno è preferibile pubblicare programmi a pagamento oppure inserire banner pubblicitari lasciando il software free?

 

Come tutte le cose, la giusta via di mezzo. Dipende soprattutto dal tipo di applicazione che si sta sviluppando. Tipicamente per i software di grande portata, vengono sviluppate due modalità: lite e premium. La Lite viene utilizzata soprattutto per la commercializzazione e spesso è proprio quella la più indicata all’inserimento di banner pubblicitari. Tuttavia, non mi sento di poter rispondere precisamente a questa domanda; dipende da molte variabili: tempo speso per l’implementazione, costi di gestione, utilizzabilità dell’applicazione, feedback dell’utente, etc…

 

Perchè Android dovrebbe essere preferito ad altri Sistemi operativi?

 

Questo è un argomento un pò delicato, ci sono fan boy da entrambi i lati, io cerco di essere obiettivo. Ci sono alcuni punti per cui preferisco Android e per altri no. I punti a favore di Android sono sicuramente l’elevata personalizzazione, l’integrazione completa con i servizi Google e la semplicità si sviluppo.

 

C’è qualcosa che non apprezzi di Android?

 

Il più grande punto a sfavore è secondo me la frammentazione causata dalla scarsa qualità del supporto da parte dei produttori.

 

Volendo considerare la professione di sviluppatore android, a seguito delle vendite , la consiglieresti come fonte di sostentamento principale?

 

Beh, come già detto, direi proprio di si. Android è la nostra fonte di sostentamento principale 🙂

 

Avete intenzione di produrre altre app Android o per altre piattaforme?

 

Siamo già in procinto di rilasciare un altro paio di applicazioni non solo per il mondo Android. Ci stiamo interessando anche ad altre piattaforme come Windows Phone, iOS e MeeGo. L’idea è quella di crescere in linea con il mercato che, come detto, è sempre dinamico ed interessante. Extended Controls rappresenta solo una delle tante idee che abbiamo in mente e siamo convinti che, con un pò di pubblicità ad-hoc, potrebbero avere lo stesso successo.

 

The End

 

Di seguito trovate i solo alcune delle funzioni del programma Extendend Controls.

Applicazione a pagamento (solo 0,72€) per una delle più complete app da avere assolutamente:

  • Scelta Colore Widget

  • Funzione Torcia

  • Always Screen On

  • Modalità Telefono

  • Quick Uninstaller

  • GPS e Sync

  • Autolock

  • Luminosità

  • Media Scanner

  • Mass Storage

E tante altre funzioni…

L’ applicazione è disponibile sul market cercando: Extended controls, oppure scansionate questo QRcode:qrcode

Format

Nicola Sguera

Appassionato di tecnologia e cellulari. Esperto del mondo Android e co-fondatore del sito web.

More Posts

Follow Me:
TwitterGoogle Plus

  • TheMorpheus

    Ottimo articolo ed ottima applicazione!!

  • Pingback: Tweets that mention AndroidLab intervista Simone Notargiacomo sviluppatore di Extended Controls | AndroidLab -- Topsy.com()

  • E' un'ottima applicazione,l'ho utilizzata per qualche mese..ma se si ha il telefono rootato e si monta la Cyanogen si può trovare un widget di risparmio di energia ancora più completo perchè grazie al root può gestire direttamente tutte le funzioni di Android.
    Resta comunque un must have per telefoni stock o non supportati da rom custom.

  • Paolo

    Applicazione SPLENDIDA ! Complimenti ragazzi!

  • Pingback: Extended Controls 5.0 | AndroidLab()

  • domenico

    quel che disse Brunetta ,non era di certo riferito a voi ….altro che giovani bamboccioni ,siete giovani si ..ma giovani geniiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!continuate cosi ragazzi…. siamo orgogliosi di voi.

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo