AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

A sopresa Google stasera ha reso disponibile a tutti una preview dell’SDK di HoneyComb.

Per chi non lo sapesse l’SDK ci permettedi iniziare a “giocare” con l’emulatore e le novità di Android 3.0 oltre che essere utilissimo agli sviluppatori per iniziare a studiare le nuove API.

È la prima volta che Google rilascia una preview dell’SDK e personalmente non ho mai visto tante novità principali nell’SDK. Probabilmente Google tiene molto all’aiuto che una fase di testing pubblica può dare.

Stabilita una base di beta-tester e co-sviluppatori sufficientemente ampia, ogni problema verrà rapidamente definito e qualcuno troverà la soluzione adeguata.”

La cattedrale e il bazaar di Eric S. Raymond

Qui c’è l’annuncio ufficiale nel blog android-developers, qui vengono riassunte le carattaristiche di Android 3.0 e qui ci sono alcune FAQ riguardanti l’SDK.

Proviamo a riassumere le novità di Android 3.0.

  • Nuova UI “olografica” pensata per i tablet
  • Nuova System Bar sempre presente in basso con notifiche, stato del sistema e bottoni per la navigazione.
  • Nuova Action Bar sempre presente in alto contestuale all’applicazione in esecuzione.
  • Nuova gestione delle 5 home e dei widget.
  • Nuova gestione delle ultime applicazioni lanciate.
  • Tastiera software ridisegnata.
  • Migliorato sistema di selezione e copia/incolla testo.
  • Nuove opzioni di connettività. Si prende come esempio la possibilità di sincronizzare musica/foto via usb con fotocamere o computer desktop senza dover montare un dispositivo di massa usb. Usare tastiere o altri dispositivi di input via bluetooth. Migliorata la gestione del wifi. Bluetooth tethering.
  • Nuove UI per le applicazioni presenti di default: Browser, Camera e Galleria, Contatti, Email

Ora le novità delle API per gli sviluppatori:

  • Activity fragments, lo sviluppatore potrà dividere l’applicazione in più subactivity (credo ci si riferisca alle classiche 2 colonne indipendenti nelle app viste nei video)
  • Gli sviluppatori potranno usare direttamente un nuovo set di tipologia di widget.
  • Customizzazione della Action Bar.
  • Notifiche più ricche di contenuti.
  • Nuovo “DragEvent framework” che permette di implementare sistemi di multi-selecting.
  • Nuovo framework per le animazioni.
  • Accelerazione hardware per la grafica 2d.
  • Render grafico “Renderscript
  • Supporto ai processori multicore.
  • HTTP Live streaming.
  • Accesso al framework DRM.
  • Media/Picture Transfer Protocol (MTP/PTP) via USB
  • Nuove policies per la criptazione dei dati, la scadenza e cronologia password.
  • Compatibilità con le vecchie app, come sempre le applicazioni vecchie rimangno compatibili, in particolare i bottoni software vengono considerati dal sistema esattamente come se fossero normali tasti hardware.

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo