AndroidLab

Il Laboratorio Italiano Android e Google Chrome

oracle-google

Seguendo l’esempio di Microsoft anche Oracle avrebbe iniziato a chiedere ai produttori di dispositivi Android, il pagamento di royalty intorno ai 15-20 dollari a dispositivo.

Al momento nessun produttore pare aver accettato la richiesta essendo ancora in corso la vertenza legale tra Oracle e Google, si attende una sentenza a favore dell’uno o dell’altro contendente.


Come è noto, nell’agosto dello scorso anno Oracle ha denunciato Google, sostenendo che Android violasse alcuni brevetti Java coperti da copyright e di cui Oracle possiede i diritti dopo l’acquisizione di Sun Microsystems. Big G d’altro canto, non ritiene di aver violato alcun brevetto e non è disposta a pagare l’enorme cifra di 2,6 miliardi di dollari richiesta da Oracle a titolo di risarcimento danni.

In mezzo alla disputa, stanno a guardare i produttori di dispositivi, che sebbene non vi sia stata alcuna sentenza potrebbero scendere a patti con Oracle, così come hanno fatto con Microsoft per timore di essere coinvolti e rischiare di pagare di più in caso di vittoria di Oracle.

È evidente che la crescita di Android sta suscitando gli appetiti di molti, ma mentre nel caso di Oracle si tratta di una  questione meramente economica, per Microsoft danneggiare Android vorrebbe dire anche trarne un vantaggio competitivo per i propri sistemi Windows Phone e Windows 8 per tablet.

D’altro canto noi riteniamo che questo tipo di licenze occulte sebbene mettano al riparo i produttori, danneggino soprattutto gli utenti che poi acquistano i terminali perdendo i vantaggi della filosofia e della licenza gratuita ed open source di Google.

Si tratta di una situazione molto grave dalla quale Google dovrebbe cercare in qualche modo di uscire, magari creando quello scudo di brevetti di cui abbiamo parlato qualche tempo fa a proposito della vicenda Nortel

Fonte

Michele Dipace

Admin di Androidlab e "Computer Addicted", ha cominciato la sua"carriera" nella metà degli anni 80 sui computer 8 bit Commodore e Sinclair passando poi al 16 bit Amiga, diventandone grande appassionato. Oggi Linux user, crede che Android sia il sistema operativo destinato ad emergere nel mercato della telefonia mobile.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

  • lucapaolo

    A prescindere dal fatto che ritengo i brevetti software un'idiozia, ma e' cosi' difficile eliminare il codice soggetto a brevetto e sostituirlo? Perche' Google non fa nulla?

    • A quanto pare i brevetti software sono un idiozia che vale miliardi di dollari. Non sono sicuro che sostituire il codice con altro open source ma che fa la stessa cosa metta al riparo dal simili pretese. Sono invece sicuro che a Google stiano seriamente pensando ad una via di uscita, ma la materia è parecchio complessa e noi non conosciamo tutti i retroscena della vicenda.

Forum Android
Diventa un blogger, scrivi un articolo